Il bacio della Velata | Il primo amore del vicequestore Castelli

Il bacio della Velata | Il primo amore del vicequestore Castelli

Avevo promesso anticipazioni sull’acquisizione Piemme datata dicembre 2015 e finalmente posso cominciare a svelare qualcosa: esce il 25 luglio un eBook che precede il romanzo vero e proprio, una volta chiamato “Io sono il drago”, che ci permetterà di dare uno sguardo in anteprima alle vicende che coinvolgono l’ormai amato vicequestore Castelli; nelle ultime pagine, infatti, sarà possibile leggere un’anticipazione sul nuovo romanzo che uscirà invece ad agosto.

Il bacio della Velata è un romanzo breve di Fabio Girelli che narra del primo amore del vicequestore Castelli e al centro della trama avremo una nuova indagine sul tema della dama Velata.

Di cosa tratta?

Selene è nata senza amigdala, la sua è una rarissima patologia che le impedisce di provare qualunque tipo di paura. Per questo non si scompone quando entrando in casa trova il suo compagno assassinato in modo brutale: gli sono stati mozzati i piedi ed è stato lasciato morire dissanguato. Per lei non ci sono dubbi sull’identità del killer: si tratta di Varvara, la dama Velata, ovvero il fantasma di Barbara Beloselkij, una giovane nobildonna russa arrivata a Torino alla fine del 1700 che nei secoli ha fatto innamorare e scomparire i ragazzi che si avvicinavano al suo sepolcro. Una leggenda che ancora oggi si racconta in città. La Il caso viene assegnato al vicequestore Andrea Castelli: precario, confuso e bipolare, è tutto quello che non dovrebbe essere un rappresentate delle Forze dell’Ordine. Il suo cuore è in perenne conflitto tra l’ortodossia sociale e l’amore per una meravigliosa transessuale di Ipanema, mentre il suo cervello, spesso alla deriva tra le malinconie e le compulsioni della sua sindrome, gli regala guizzi intuitivi attraverso brandelli di poesie studiate ai tempi della scuola. Nonostante questa sua debolezza dichiarata e amata, o forse proprio grazie a essa, riesce a tenere a bada una squadra di agenti fuori dall’ordinario.

Fabio Girelli nasce a Biella nel 1980, è laureato in lettere moderne con dottorato in geografia linguistica. Successivamente insegna italiano a Bogotà e contribuisce a fondare Torinoir .

Dalle parole dello stesso autore è possibile risalire all’ispirazione che ha dato vita al romanzo che anticiperà la nuova grande indagine di Andrea Castelli che, ricordo, vedremo pubblicata da PIEMME ad agosto:

La storia di Varvara, al secolo Barbara Beloselskij, principessa russa che il destino decise di far morire a Torino alla fine del 1700, mi perseguita da alcuni anni. Quando iniziai a scrivere Tutto il villaggio lo saprà, il romanzo in cui compare per la prima volta il vicequestore Andrea Castelli, mi fu necessario documentarmi riguardo le varie leggende esoteriche che circolano su Torino e dintorni. La città è storicamente uno dei luoghi più magici al mondo e io volevo far emergere questo aspetto nel libro. A quel tempo però concentrai la mia attenzione sui sotterranei cittadini e sul legame con l’antico Egitto. Durante le ricerche per dare credibilità alla storia a un certo punto incontrai il nome di Varvara. Mi incuriosì e decisi di approfondire. La storia era pazzesca, sembrava fatta apposta per essere trasformata in un thriller. Pensai a come inserirla nella trama che stavo costruendo ma arrivato a quel punto non trovavo più spazio per utilizzare in modo coerente le idee. Quindi chiusi tutto in un qualche cassetto mentale e lasciai la principessa al suo riposo eterno e tormentato. Il secondo romanzo con Castelli seguì una strada differente. Avevo da poco letto una tesi sulla storia della tortura che mi colpì profondamente. Inoltre volevo parlare di un aspetto estetico di Torino che mi affascina da sempre, ovvero le grandi ville liberty che costellano alcuni quartieri. Quindi nacque Marmellata di Rose, storia che unisce i due temi nel locus horridus delle Ville Tristi, ovvero quei luoghi in cui venivano torturati i partigiani durante la Repubblica di Salò e che sono disseminati un po’ ovunque in tutto il nord Italia. In questo romanzo Varvara, o la Velata, fa una sporadica comparsa: un personaggio accenna alla sua storia. Questo per dire che il fantasma di Barbara ha continuato a seguirmi sempre in modo sfuggente e la sua presenza  inconsistente non cessava di pungolarmi. Più volte provai a scrivere un vero e proprio romanzo in cui lei fosse la protagonista ma per un motivo o per l’altro le idee non si concretizzavano e passavo a nuovi progetti. Quasi mi viene da pensare che Varvara stessa non volesse che scrivessi la sua storia perché una volta messa la parola fine al suo libro me ne sarei per forza allontanato e questo dimenticarsi è qualcosa che lei detesta. La natura di Varvara è infestante, bellissima e totalizzante. Non la si può mettere da parte. Se credessi ai fantasmi non faticherei neanche a credere a questa versione della faccenda. Eppure anche ora, che finalmente sono riuscito a scrivere una storia del tutto dedicata a lei, so che la questione non è chiusa. Infatti Il bacio della Velata non è un romanzo tout-court ma piuttosto un lungo racconto che lascia aperte molte porte. E forse anche la possibilità di ritrovare, un giorno, sia Barbara che il suo alter ego concreto, Selene, la ragazza nata senza amigdala, ovvero il primo amore di Andrea Castelli.

Thriller Piemme

Il bacio della Velata, Piemme, Fabio Girelli

Non mi resta che augurare a tutti una buona lettura; se nei precedenti articoli abbiamo approfondito un po’ le prime indagini del personaggio, oggi siamo pronti a sostenere l’autore nella sua nuova avventura accompagnato da una grande casa editrice.

Il bacio della Velata è in pre-ordine in versione eBook su Amazon. L’autore sarà presente al Varvara Festival di Torino il 24 agosto: a quel punto parlerà ai suoi lettori dell’uscita della nuova indagine che abbiamo conosciuto come “Io sono il drago”, di cui troverete presto notizia qui sul sito.

 

 

 

 

 

 

Share this Story

Related Posts

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

Il settimo esorcista, Piemme Edizioni

Video

News in Pictures