Ufficio Stampa | Critica
Dipende da dove vuoi andare Stefania Convalle goWare

Donne unite contro la violenza

L’attualità nel noir di Stefania Convalle

“Che strada dovrei prendere?”
“Dipende da dove vuoi andare.”

Dipende da dove vuoi andare è la denuncia di un tema scottante e di grande attualità e anche l’occasione di dimostrare la solidarietà tra donne, la possibilità di unirsi e di lottare contro la violenza. Una storia di femminicidio si delinea nelle pagine del libro dove rivivono le emozioni, i sentimenti, i dolori di donne che hanno provato sul proprio corpo e nella propria anima lo spazio angusto della violenza.

Dipende da dove vuoi andare, il nuovo romanzo noir di Stefania Convalle, edito goWare, esplora l’amore violento, che non sa nascondersi né finge compromessi. Da sempre attenta alle tematiche relative all’universo femminile, Stefania Convalle conduce il lettore in un universo perennemente sospeso tra cielo e terra, in cui i contorni tra razionale e irrazionale, tra veglia e sogno, tra normale e paranormale, finiscono con lo slabbrarsi e sbiadire. I due mondi, quello ordinario e quello soprannaturale, s’intrecciano e si confondono.  Al centro rimane l’amore, il sentimento che anima e pervade la trama del romanzo.

“Rendersi conto di essere soli al mondo è una strana sensazione, un misto di un senso di libertà assoluta e una paura.
Ma anche smarrimento, date le circostanze.
Lei era. Lei era.
Lo ammetto, non sono uno stinco di santo, soprattutto in amore, so bene di essere stato un pessimo compagno, infedele alla prima occasione, poco romantico e poco attento. Ma, alla fine, tornavo sempre qui, in questa casa davanti al mare, da Anna.
E lei mi guardava dritto negli occhi e vedevo l’amarezza; le prime volte si arrabbiava, urlava, minacciava di andarsene, di lasciarmi.
Poi ha cominciato a non dire più niente, a guardarmi con tristezza e rimprovero. Ormai non ci faceva più caso. Pensavo avesse accettato questa mia debolezza, e invece preparava la sua fuga. Sarebbe andata via senza preavviso, senza un biglietto, senza una parola.
È uscita dalla mia vita senza sbattere la porta, sottovoce, in punta di piedi. Sono le assenze improvvise, quelle che ti mettono KO.
E così è stato.
L’ho capito subito, appena rientrato in casa.
C’era uno strano silenzio. Un silenzio diverso, funereo. La televisione spenta.
Tutto in ordine, il frigo pieno, come se il suo ultimo pensiero qui fosse stato di procurarmi da vivere.
Le sue cose, via. I vestiti, via. I suoi libri, via. Persino quel cappello di paglia che usava ogni mattina per le sue passeggiate lungo il mare. Via. Il suo odore, via. Un giro per le stanze ha messo un timbro sul passaporto. Via. Alla fine l’ha fatto davvero.”

Con un epilogo tutt’altro che banale e che riconferma uno stile che spezza i canoni convenzionali, Stefania Convalle ci porta alla maturazione di un percorso intimo doloroso, attuale, tuttavia permeato di desiderio di rivalsa. Le abili doti comunicative dell’autrice rendono il tema della violenza consumata in ambienti familiari un argomento di cui è possibile parlare senza celarsi dietro all’ombra imponente del fallimento, l’autrice stimola nel lettore la ricerca della verità e del riscatto, la brama di giustizia. Un libro che, ancora una volta, parla dritto all’anima, insinua ragioni nella coscienza che non possono essere ignorate.

Stefania Convalle vive a Monza, insegna scrittura creativa e gestisce eventi artistici tra cui il ricorrente premio letterario “Dentro l’amore”, da lei fondato. Le dinamiche psicologiche umane sono un tema fondamentale delle sue opere. Dipende da dove vuoi andare è il suo quarto romanzo. “Dietro la porta di Stefi” è il blog attraverso il quale mantiene i contatti con i lettori, condivide esperienze, racconta storie.

Dipende da dove vuoi andare

Stefania Convalle, goWare, pp. 128
Edizione digitale € 4,99 | Edizione a stampa € 10,99

Link acquisto * Network Stampa

Share this Story

Related Posts

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

La storia di un antieroe. L’esordio di Daniele Scalese

Un viaggio delirante e Nero come l’Io. Conosciamo ...

Video

News in Pictures

Dipende da dove vuoi andare Stefania Convalle goWare
romanzo fantasy delos